SOTTO SAN PIETROBURGO

di Kristina Aliberti

In uno dei molti viaggi in Russia ho avuto modo di visitare San Pietroburgo, città romantica, poetica, artistica, che ha un qualcosa che altre non hanno, è un misto fra una metropoli e una piccola cittadina, è frenetica e caotica ma anche lenta e contemplativa. Ho avuto la fortuna di viverla come se vivessi lì abitualmente, abitavo a casa di un parente e mi spostavo in metropolitana. La mia visita non è stata lunga, però è stata particolarmente intensa, una full immersion in una realtà diversa da quella che sono abituata a vivere. Continua a leggere “SOTTO SAN PIETROBURGO”

condividi:

QUANDO VAI IN RUSSIA LA PRIMA VOLTA…

di Kristina Aliberti

Esci dall’aereo e tutto sembra normale, come al solito, del resto se sei abituato a viaggiare dopo un po’ gli aeroporti sembrano tutti uguali, i voli sono un’abitudine e la tanta gente sembra sempre la stessa, eppure se non hai mai studiato russo questa volta c’è una differenza: le scritte sono in cirillico e non ci capisci assolutamente nulla.

Continua a leggere “QUANDO VAI IN RUSSIA LA PRIMA VOLTA…”

condividi:

La dacia in Russia

di Kristina Aliberti

Una delle cose sicuramente più importanti per un russo è la sua dacia, non la macchina, ma la casa.

La dacia è una casetta con terreno situata in un piccolo villaggio di costruzioni simili, il tutto fuori città, immerso nella natura.

La dacia è una tradizione in Russia: qualcuno coltiva i propri prodotti, qualcuno la usa per i propri hobby, per rilassarsi e fare grigliate, qualcuno per entrambe le cose. Continua a leggere “La dacia in Russia”

condividi:

L’IMPORTANZA DEL TÉ

di Kristina Aliberti

Possiamo trovare una grande analogia tra i russi e gli italiani: la passione per qualcosa da bere, l’unica differenza è proprio la cosa da bere. Noi amiamo il caffè, i russi amano il tè.
Lo bevono sempre, dalla mattina alla sera e dappertutto, soprattutto a lavorare, come se li aiutasse a concentrarsi.

Continua a leggere “L’IMPORTANZA DEL TÉ”

condividi:

5 COSE CHE UN RUSSO NON CAPIRÀ MAI DI UN ITALIANO

di Kristina Aliberti

Eh si, pur amando tantissimo il nostro paese e la nostra cultura, ci sono delle cose che i russi non possono proprio capire degli italiani, cose che fanno parte del nostro essere e delle nostre abitudini, cose che ci caratterizzano per ciò che siamo, ma che agli occhi di uno straniero possono essere senza senso.

Continua a leggere “5 COSE CHE UN RUSSO NON CAPIRÀ MAI DI UN ITALIANO”

condividi:

GLI UOMINI SONO COME LE ARANCE (Un racconto morale)

di Giacomo Rossi

La mamma di Jim ripeteva sempre al piccolo Jim che un giorno avrebbe trovato la sua strada, bastava soltanto che avesse un po’ di pazienza e che non fosse troppo egoista nei confronti degli altri, tutto lì. Ma il piccolo Jim aveva solo otto anni, era troppo piccolo per queste cose. Le sue uniche preoccupazioni erano correre su un bel prato o ricevere in regalo un giocattolo nuovo.

Continua a leggere “GLI UOMINI SONO COME LE ARANCE (Un racconto morale)”

condividi:

VICOLO SCALETTA UNO

di Alessandro Di Nuzzo

Vicolo Scaletta è dove stiamo noi fisicamente.
Il numero 1 è anche l’ultimo della via. Non risultano esserci altri portoni, qui.
Il nostro padrone di casa sta all’ultimo piano, è appassionato di volo amatoriale. Non c’è mai, è sempre all’aeroporto a provare manovre con il suo Piper. Ha quarant’anni, e vuole conseguire presto il brevetto di pilota acrobatico, “prima di invecchiare”, dice.

Abbiamo due simpatiche signore anziane come vicine di pianerottolo, a destra e a sinistra. Entrambe sole. Cominciano presto a fare da mangiare, verso le otto di mattina. La loro televisione non ci da’ fastidio, in effetti la guardano meno di quanto ci aspettassimo.

Continua a leggere “VICOLO SCALETTA UNO”

condividi:

TEMPO DI LIBRI – GIORNO DI APERTURA

di Raffaele Mussini

Avremmo sperato in un pubblico più numeroso per il giorno d’apertura della fiera dell’editoria italiana “Tempo di libri” avvenuto mercoledì 19 aprile e che Milano ha ospitato per la prima volta. Complice forse la cadenza infrasettimanale di tale giorno d’inaugurazione? Quali che siano le ragioni, la qualità organizzativa che ha reso possibile l’evento è del tutto incontestabile: dall’accuratissimo assetto degli stand all’eterogeneità di temi e generi letterari messi in mostra, fino alla predisposizione di sale per presentazioni perfettamente strutturate e allestite.

Continua a leggere “TEMPO DI LIBRI – GIORNO DI APERTURA”

condividi:

LA SCELTA DI FEBBRAIO: CINEMA

di Raffaele Mussini

Titolo: T2: TRAINSPOTTING
Titolo originale: T2: Trainspotting
Paese di produzione: Regno Unito
Anno: 2017
Durata: ‘118
Genere: Drammatico
Regia: Danny Boyle
Sceneggiatura: John Hodge
Cast: Ewan McGregor (Mark ‘Rent Boy’ Renton), Jonny Lee Miller (Simon ‘Sick Boy’ Williamson), Ewen Bremner (Daniel ‘Spud’ Murphy), Robert Carlyle (Francis ‘Franco’ Begbie), Kelly Macdonald (Diane Coulston)

 

Sono passati vent’anni: molte cose sono cambiate e tante altre sono rimaste le stesse per Mark Renton, che decide di far ritorno a Edimburgo, l’unico posto che ha sempre chiamato casa. Ad aspettarlo vi sono Spud, Sick Boy e Begbie. Renton li ha traditi, si è rifatto una vita, fuori dalla droga, ma sono pronti a dargli il bentornato anche altre vecchie conoscenze come il dolore, la perdita, la gioia, la vendetta, l’amicizia, l’amore, la paura, il pentimento e l’autodistruzione.

 

Continua a leggere “LA SCELTA DI FEBBRAIO: CINEMA”

condividi:

LA SCELTA DI GENNAIO: MUSICA

di Redazione Musica

DAVID BOWIE
The Rise and Fall of Ziggy Stardust and the Spiders from Mars
RCA Victor, 1972

Oggi Bowie compie 70 anni, e liquido in fretta tale premessa, perché tanto è bello e straordinario questo album che ho un’urgenza viscerale di parlarvene al più presto.
Se dovessimo elencarvi e spiegarvi tutte le suggestioni e le fonti ispiratrici che hanno potato Bowie alla realizzazione di “Ziggy Stardust” (il titolo completo è stupendo, ma abbreviamo per necessità), la recensione in oggetto diventerebbe un romanzo.

Continua a leggere “LA SCELTA DI GENNAIO: MUSICA”

condividi: