Pelle su pelle – Lucia Sammiceli

Trilogia Pelle su pelle

 

 

Esmeralda è una ragazza maliziosa, allegra ma soprattutto perversa, a suo modo. Nell’intimità è infinitamente fantasiosa e spinta, ama immedesimarsi in diversi ruoli sessuali e sa rendersi particolarmente provocante, mentre la bambina che è in lei fa capolino, a letto come nella vita di tutti i giorni. Luca è un play boy dannatamente pervertito, allergico alle responsabilità, pronto a tutto pur di provare l’emozione del proibito.

Continua a leggere “Pelle su pelle – Lucia Sammiceli”

condividi:

Non ti somiglio – Arianna Lombardelli

 

Nata e cresciuta in un ambiente familiare ostile, Costanza decide un giorno di cambiare la propria vita. Lascia Bolzano per Milano, convinta che solamente lontano da casa riuscirà a costruirsi una sua identità. L’arrivo a Milano segna una svolta ma la costringe a tornare sul suo passato e a scoprire che i legami familiari, come i cavi di acciaio, non si possono recidere. Prepotente, maleducata, goffa, Costanza si fa strada nella vita dibattendosi tra un’istintiva aggressività e un’esasperante insicurezza: scomode alternanze che la porteranno a essere protagonista di situazioni ambigue e controverse.

 

Arianna Lombardelli nasce a Bolzano il 24 dicembre 1970. Laureata in Scienze Politiche a Milano con una tesi di ricerca in Storia dei Trattati e Politica Internazionale, ha lavorato per molti anni come Assistente di Volo Responsabile presso un’importante compagnia aerea italiana. Attualmente collabora come free-lance presso un’agenzia di risorse umane a Roma, dove vive con i suoi due figli Niccolò e Gea.

condividi:

SONO METAL E SONO LESBICA

di Anna Francesca Vallone

Sono M., ho 16 anni.

Perché hai deciso di farti intervistare?

Perché ho letto il tuo libro. Mi ha coinvolta, è un libro che mi riguarda perché mi rivedo in Bianca. Ho provato le stesse cose che ha provato lei, così non mi sono sentita sola.  Pensavo che potessi capirmi, visto che lo hai scritto.

In cosa ti piacerebbe che ti capissi?

Sulla questione ragazze.

Continua a leggere “SONO METAL E SONO LESBICA”

condividi:

Premio Fotografico Internazionale Jema – Cerchiamo la purezza

 

Jema by Gerardo Cesari e Compagnia Editoriale Aliberti presentano la prima edizione del “Premio fotografico Internazionale Jema – Cerchiamo la purezza”.
Il Premio si rivolge a fotografi, esordienti e noti, di qualsiasi nazionalità, che presentino un’opera fotografica che sia per loro immagine di purezza.

Il Premio si divide in due sezioni: PROFESSIONISTI e OPEN, a cui si aggiunge una speciale menzione editoriale.

Fra i membri della Giuria, scelta per la selezione del vincitore della sezione Professionisti, diversi nomi importanti a partire da quello del famoso fotografo e maestro del colore Franco Fontana; fra i giurati troviamo inoltre la fotografa Silvia Camporesi, il noto instagramer Simone Bramante aka Brahmino, l’editor Andrea Delmonte, per Aliberti il direttore editoriale Alessandro Di Nuzzo e per Gerardo Cesari l’hospitality manager Viviana Nella Stagni.

Continua a leggere “Premio Fotografico Internazionale Jema – Cerchiamo la purezza”

condividi:

“A libro aperto” di Massimo Recalcati: “Raccontare i libri che abbiamo amato significa raccontare la nostra vita”

di Francesco Aliberti

Intorno a questa idea forte ruota il volume di Recalcati, che tenta di rispondere a domande basilari: cosa significa leggere e qual è il mistero dell’esperienza della lettura come incontro. Un incontro fortunato, in cui “il lettore trova nelle pagine anche pezzi di sé stesso”.

“Ogni tanto penso che l’80% delle persone che hanno fatto il 90% dei pensieri che sono qui, sono morte. Ci sono i libri di Tolstoj, ma lui non è qui”, dice Daniel, scrittore in crisi, alla sua amante Jules, nel quarto episodio (il più bello, sceneggiato da Matthew Weiner, creatore di “Mad Men”) della serie “The Romanoffs”, ora su Amazon prime. E Jules risponde: “Nessuno di noi sarà qui. Ma alcuni lasciano qualcosa di più. Nel frattempo daresti qualsiasi cosa per essere Tolstoj”.

Continua a leggere ““A libro aperto” di Massimo Recalcati: “Raccontare i libri che abbiamo amato significa raccontare la nostra vita””

condividi:

L’essenza dell’invisibile – Capire la cucina molecolare

di Redazione

di Ettore Bocchia

Prefazione di Luca Sommi

 

«In cucina la fortuna non esiste:

è tutta una questione di precisione matematica.

Andiamo a scoprirla».

Ettore Bocchia

 

Continua a leggere “L’essenza dell’invisibile – Capire la cucina molecolare”

condividi:

Vladimir Vladimirovič Nabokov, ripubblicate le sue “Lezioni di letteratura”: “Attenti al mostro del senso comune!”

di Francesco Aliberti

L’attenzione al senso comune, l’ottusa dittatura della correctness, del buon senso, come ha notato anche Nanni Delbecchi sul nostro giornale a proposito dello stesso saggio, sono proprie dello scrittore di second’ordine. Benediciamo gli scrittori “diversi”, dunque. Coloro che hanno il coraggio di sparare ad alzo zero contro il senso comune e quelli che se ne fregano se il loro romanzo venderà, come Sacha Naspini che ha scritto “Le case del malcontento”

 

 

 

Continua a leggere “Vladimir Vladimirovič Nabokov, ripubblicate le sue “Lezioni di letteratura”: “Attenti al mostro del senso comune!””

condividi:

Superfood – Il segreto della longevità

di Redazione

 di Valerio Sanguigni
Prefazione di Arrigo Cipriani

Centenari si nasce o si diventa? Possiamo fidarci di un prodotto solo perché è naturale? È possibile curarsi con il naturale? E a quale prezzo? 

«Il mondo del food è pieno di frasi fatte, modi di dire e anche paradossi. Lo “zero” assume valore (zero calorie, zero grassi, zero zuccheri) e il “senza” diventa valore aggiunto (senza lattosio, senza grassi, senza glutine)».

«Dietro la nascita del libro ci sono innanzitutto i dubbi dei miei pazienti, quelli che incontro ogni giorno e che si fidano di me e della medicina tradizionale».
Valerio Sanguigni

Continua a leggere “Superfood – Il segreto della longevità”

condividi:

Eleonora Giovanardi, da Zalone al teatro con Gogol: “Sto scrivendo un libro con un monologo dedicato a Checco, che mi ha cambiato la vita”

di Francesco Aliberti

Eleonora Giovanardi starebbe bene nel saggio Il paradosso dell’attore di Denis Diderot, come esempio di attrice per cui il solo talento non basta a far la differenza, ma richiede soprattutto studio, disciplina, razionalità e l’inevitabile immissione della cultura e della tecnica. Una laurea in Comunicazione con indirizzo semiotico col massimo dei voti all’Università di Bologna – magna cum laude – anni al conservatorio Achille Peri di Reggio Emilia (“violino, lo strumento più masochista che esista”), la passione per la pittura e infine una carriera solida come attrice cominciata presto nei teatri emiliani dell’ERT. Quando parlando s’infiamma, si percepisce lievemente la cadenza reggiana. A battute ispirate alla saggezza pop emiliana (“ho solide radici in questa terra”), alterna citazioni dalla filosofia di Jacques Lacan e dalla immaginifica e anticipatrice visione del mondo di quel genio di David Foster Wallace, che sta ancora rileggendo. Al cinema quest’anno ha giudicato bellissimo  Il sacrifico del cervo sacro di Yorgos Lanthimos e a teatro ha visto, per la sesta volta, Shakespeare, il Riccardo III dello Schaubühne di Berlino: “quanto è bello il teatro bello!”.

Continua a leggere “Eleonora Giovanardi, da Zalone al teatro con Gogol: “Sto scrivendo un libro con un monologo dedicato a Checco, che mi ha cambiato la vita””

condividi:

Il calcio secondo Pasolini

di Redazione

 

 

Un libro di Valerio Curcio

Prefazione di Antonio Padellaro

Pier Paolo Pasolini e il calcio: giocato, pensato, raccontato.
In un saggio che ci restituisce l’umanità e l’intimità di uno dei massimi pensatori contemporanei, scoprirete che “il tifo è una malattia giovanile che dura tutta la vita”.

 

 

Continua a leggere “Il calcio secondo Pasolini”

condividi: