Recensione del libro “The Miracle Morning” di Hal Elrod

di Kristina Aliberti

Un pomeriggio vagavo distrattamente su Instagram e mi sono imbattuta in una pagina che riassumeva in un post il contenuto fondamentale di “The Miracle Morning”, ovvero svegliarsi presto per dedicare del tempo a coltivare una vita da 10 e lode. Dato che non ho mai amato la sveglia, mi sono incuriosita e ho cercato il libro su Google. Dopo aver letto l’anteprima, rimasi subito molto colpita. Riassumendo in breve, Hal Elrod, autore del libro, parte dal presupposto che per avere una vita da 10 e lode, anche lo spirito dev’essere da 10 e lode, e spesso, tra tutti gli impegni giornalieri, non si riesce a dedicare molto tempo all’accrescimento personale, quindi il momento migliore è proprio la mattina. Ci si sveglia circa un’ora prima del solito e si fanno quelli che lui chiama i life S.A.V.E.R.S. ovvero silenzio, affermazioni, visualizzazione, esercizio, ricerca e scrittura. I primi tre sono i più introspettivi: si medita, poi si dicono delle affermazioni positive di incoraggiamento e infine si visualizzano i propri obiettivi, il quarto è l’esercizio fisico, che può essere qualsiasi a seconda delle preferenze, l’importante è che attivi la circolazione. Ricerca sta per lettura, meglio se di libri che danno carica e ispirazione, infine scrittura in un diario di impressioni, obiettivi della giornata e qualsivoglia. Tutto ciò richiede circa un’ora, l’esercizio si può fare alla fine se è più comodo. Questa routine rende le persone più consapevoli di sé, più produttive, più cariche e più soddisfatte, con un conseguente miglioramento della propria vita. La domanda che sorge spontanea è: come ha fatto Hal Elrod ad arrivare a questo? La sua personale esperienza di vita è fatta di alti e bassi, il destino l’ha costretto ad affrontare varie sfide. Una di queste è stata la depressione. Durante la crisi negli Stati Uniti lui ha perso tutto e non sapeva più come rialzarsi, così un amico gli consigliò di svegliarsi presto la mattina e andare a correre. A lui non piacevano né l’una né l’altra cosa, ma l’amico rispose: <<Cosa odi di più, correre… o la tua vita attuale?>>. Così provò e mentre correva gli venne in mente questa frase di Jim Rohn: “Il livello di successo che potete raggiungere supera raramente il vostro livello di sviluppo personale, perché il successo è qualcosa che voi attraete in virtù della persona che diventate”. Da qui è partito tutto, ha cominciato a pensare a quando dedicare tempo al miglioramento e l’unico momento disponibile era la mattina. Da lì la sua vita è migliorata in maniera esponenziale. Nella vita Hal Elrod fa il motivatore/mental coach, e decise di provare a proporre il TMM a dei suoi clienti. Il risultato è stato sbalorditivo, tutti notavano dei miglioramenti nella propria vita e ne fecero un’abitudine. Ho provato anch’io a buttarmi. Ho fatto la sfida dei 30 giorni in cui seguivo i suggerimenti del libro e poi ho continuato ad alzarmi presto. Posso dire che le giornate sono diventate molto più lunghe, riesco a fare molte più cose e questo mi permette di ottenere migliori risultati, inoltre ho notato un bel miglioramento nella sfera spirituale: mi sento molto più consapevole delle mie emozioni, sensazioni, pensieri, in generale di me stessa. Consiglio assolutamente questo libro, lo consiglio soprattutto a chi ha una marea di impegni e non sa come gestirli ma vuole comunque crescere e migliorare la propria vita.

condividi:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *