Social puzzle – Carolina Guerra

Diario di bordo dal mondo e dintorni

 

 

«Una mattina, aprendo la mia pagina Facebook, lessi un post di una mia amica cinese: “Non sottovalutate il virus che si sta diffondendo in Cina, è molto pericoloso quanto contagioso”». Così racconta l’autrice all’inizio di questo libro. Da allora, di cose ne sono successe e tutti ne siamo stati segnati, in un modo o nell’altro. Nessuno, in fondo, è stato risparmiato dal contagio, anche solo a livello umano.
Ma quanto ci ha cambiato, questa pandemia? Che cosa abbiamo perso e che cosa abbiamo imparato?
Carolina Guerra ha voluto, con questo libro, prima di tutto “fermare” dei pensieri. I suoi: che sono gli stessi di tutti noi.
La drammatica sensazione di una crisi umanitaria, che il Covid ha provocato. La consapevolezza di quanto le azioni del singolo possano influenzare la massa. La nostra intrinseca fragilità; ma anche la forza del nostro spirito di adattamento, che è grande, se solo facciamo funzionare insieme intelligenza ed emozioni.
Non sarà facile ricomporre questo puzzle sociale. Ma, proprio come in un puzzle, ritrovare l’unità del disegno è l’unico modo per uscirne migliori, per tornare a credere in noi stessi e nel futuro.

 

 

Carolina Guerra (Rimini, 22 marzo 1988), è laureata in Sociologia all’Università di Chieti e ha un certificato in Business e management dell’Università di San Diego ucsd. Da sempre amante degli sport e dell’avventura, in California ha provato per la prima volta il surf, «un mix di emozioni uniche e indimenticabili». Si crea così una profonda connessione tra lei e l’oceano e nasce una grande Passione. Ha viaggiato per il mondo (Costa Rica, California, Australia, Messico, Portogallo, Spagna, Indonesia, Francia, Hawaii) per scoprire le mete più ambite per gli amanti del surf e ha ottenuto la qualifica di istruttrice di surf dell’isa (International Surfing Coach). Il suo ultimo progetto è twoswells.com, nato come blog per condividere le sue avventure, informazioni utili e consigli, con tante novità in arrivo.

condividi:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *