Chagall a Parigi, una storia d’amore volante (quella tra Bella e Marc, e quella di ognuno di noi)

di Francesco Aliberti

Ancora per pochi giorni potete ammirare Chagall al Centro Pompidou di Parigi. La mostra ha aperto i battenti il 16 marzo ed è dedicata al maestro russo, morto in Francia nel 1985 a 97 anni, a Lissitzky, Malévitch e l’avanguardia russa a Vitebsk (1918-1922).

Sorvoliamo momentaneamente, visto il caldo e la stagione vacanziera, sui pur stimolanti pittori dell’avanguardia russa, che si possono visitare più velocemente, utilizzando magari il “metodo sticazzi”, onde evitare il rischio dell’Alberto Sordi di “Vacanze intelligenti”. Sono ragguardevoli, scherzi a parte, le opere esposte di Iouri Pen, primo maestro di Chagall, El Lissitzky, Kazimir Malévitch, Natalia Goncharova, Vassily Kandinsky e altri.

 

Continua a leggere “Chagall a Parigi, una storia d’amore volante (quella tra Bella e Marc, e quella di ognuno di noi)”

condividi: