Phubbing, quando l’amante è il telefono.

di Kristina Aliberti

Nel 2012 l’università di Sidney conia ufficialmente il termine “phubbing”, che si è poi diffuso in tutto il mondo. Ma cosa vuol dire phubbing? Questa strana parola è data dall’associazione di due parole: phone e snubbing (snobbare) e, come si può già intuire, significa snobbare qualcuno attraverso l’uso del cellulare. Più in generale il phubbing consiste nell’azione di usare il telefono o un’altra apparecchiatura tecnologica mentre si è insieme con una o più persone, magari mentre si sta parlando o mangiando, facendo sentire così l’altra persona poco interessante agli occhi di chi controlla sempre il cellulare. Questo comportamento, che sono sicura ognuno di noi abbia avuto almeno una volta nella vita, anche senza farlo apposta, va a ledere la qualità delle relazioni in maniera anche significativa. Che sia una relazione amorosa, fra amici, con la famiglia o tra colleghi, il phubbing è come un veleno che si insinua piano piano, finché, se non si usa l’antidoto, uccide. Continua a leggere “Phubbing, quando l’amante è il telefono.”

condividi: