Stilo – Mauro Beggi, Monica Cocconi

 

Viaggio nel futuro dei tuoi capelli

 

 

«Sono cresciuto dentro questa professione. Anagraficamente e non soltanto. Mi ha dato molto di ciò che ho e determinato ancora di più in ciò che sono. L’ho portata con me in ogni incontro per aprire i suoi confini a esperienze sempre nuove e sorprendenti, inaspettate; per renderla più forte ed efficace. La mia ricerca non si è mai fermata».
Stilo è un racconto di vita, e insieme una riflessione sulla nostra corporeità, sulla natura fisica e spirituale di ciascuno di noi. La vita è quella dell’hairstylist Mauro. Il suo lavoro quotidiano, fatto di passione e impegno; ma anche la sua curiosità intelligente, che lo porta a fare incursioni nel mondo dell’arte, della letteratura, del design.
E poi la sua sensibilità verso il “sociale”, la voglia di confrontarsi con le situazioni dolorose e difficili di chi vive ai margini, cercando di capire e di ascoltare la sofferenza, di andare più a fondo che si può nella conoscenza dell’anima e del suo mistero. Tutta questa “materia”, Mauro deciderà di trasformarla in una sorta di messaggio concreto e visibile. Di fonderla – e di effonderla – nel suo lavoro di hairstyling. Significa mettere a punto una nuova, rivoluzionaria tecnica di taglio, capace di “incidere” sui capelli quelle che lui chiama «geniali e irripetibili imprecisioni». Geniali e irripetibili, come è la personalità di ognuno. Imprecisa, spesso in tante cose difettiva: ma con una luce nel fondo – ognuno la possiede – che chiede di essere riconosciuta, di uscire al mondo, di risplendere e di far risplendere la bellezza della diversità e della vita. «I capelli sono antenne capaci di far giungere dall’universo fino a noi, per incanto, ciò che altrimenti non potremmo percepire e di farlo arrivare fino alla nostra anima. Sono il passato che rimane tangibile per l’eternità, che continua a esistere all’infinito anche lontano da noi».
Stilo è un viaggio nel futuro dei capelli, e non solo. È la scelta di valorizzare e rinforzare la personalità di ognuno di noi, al di là delle convenzioni e dei luoghi comuni. Per affermare quanto è bello essere unici.

 

 

Mauro Beggi insieme a Monica Cocconi ha pubblicato Hairtherapy per Edizioni Socialmente e Histoire d’Ondes per Corsiero Editore.

Monica Cocconi insieme a Mauro Beggi ha pubblicato Hairtherapy per Edizioni Socialmente e Histoire d’Ondes per Corsiero Editore.

 

condividi:

Il questionario di Proust

 

Prefazione di Eleonora Marangoni

 

 

«Il questionario di Proust ha finito per valere ancora più che un testo di Proust. Chissà cosa ne penserebbe lui. Forse la cosa lo divertirebbe. Certo è che, nel corso degli anni […], il questionario è diventato per tutti noi un piccolo ma significativo strumento di osservazione. È un trucco per spiare nella testa delle persone che conosciamo o che vorremmo conoscere, per portarci a casa un po’ delle loro vite, dei loro pensieri sulla vita e sul mondo. Un monumento internazionale al potere dell’autoanalisi e dell’immaginazione. Una lente originale e sempre nuova attraverso cui guardare quello che ci sta intorno. Un’indagine sull’umano che ricomincia ogni volta dove l’abbiamo lasciata. E allora forse un po’ di Proust ci è finito davvero, in quelle righe».
Eleonora Marangoni

Un libro-quaderno che aspetta solo di essere riempito dal lettore-scrittore. Un gioco fra letteratura e vita che può rinnovarsi all’infinito: tanto continuamente cangiante è l’animo umano, i suoi sentimenti, la sua visione della realtà con il passare degli anni, nel mutare dei tempi e delle stagioni della vita.

Un libro firmato da Marcel Proust. Che è anche un piccolo, elegante quaderno. Dentro ci sono pagine scritte e pagine bianche da riempire. Ci sono le domande di quello che è noto come Il questionario di Proust, e le risposte stilate dall’autore stesso.
Il questionario che porta il nome del grande scrittore francese è, in realtà, un gioco di società simil-letterario di origine inglese. Presso le famiglie britanniche del XIX secolo era diffusa l’abitudine, nelle riunioni serali, di rispondere a quiz sui ricordi e i gusti personali.
Così fece, con Marcel ancora adolescente (aveva quindici anni), l’amica e coetanea Antoinette Faure: gli propose di rispondere, per iscritto, a una serie di domande presenti su un volumetto intitolato An Album to Record Thoughts, Feelings & c. Anni dopo l’album fu ritrovato, e le risposte di Proust pubblicate nel 1924.
Ci fu una seconda occasione, nella vita del giovane Proust, di rispondere al questionario. Se le domande sono simili, le risposte di Marcel ventiduenne sono piuttosto diverse dalla volta precedente. Una terza versione delle risposte proustiane (datata 25 giugno 1887, dunque la prima in ordine cronologico) è stata fortunosamente scoperta dal libraio Laurent Coulet nel 2018. Anche qui le immagini e i concetti formulati da Proust (quindicenne) si rivelano arguti, ineffabili, spesso fulminanti, sempre pieni di spirito.

 

 

condividi:

Recensione del libro “Quelle che… il calcio”.

di Kristina Aliberti

Un pensiero sul libro di Milena Bertolini e Domenico Savino.

Essendo un’appassionata di sport e praticando io stessa uno sport prevalentemente maschile, leggere questo libro è stato per me molto interessante. Il libro è strutturato in brevi capitoli, ognuno dei quali racconta la storia di una delle ragazze della Nazionale e delle donne che l’hanno resa grande. Questo permette di leggere anche poco, se non si ha tempo, senza perdere il filo. Continua a leggere “Recensione del libro “Quelle che… il calcio”.”

condividi:

Recensione del libro “The Miracle Morning” di Hal Elrod

di Kristina Aliberti

Un pomeriggio vagavo distrattamente su Instagram e mi sono imbattuta in una pagina che riassumeva in un post il contenuto fondamentale di “The Miracle Morning”, ovvero svegliarsi presto per dedicare del tempo a coltivare una vita da 10 e lode. Dato che non ho mai amato la sveglia, mi sono incuriosita e ho cercato il libro su Google. Dopo aver letto l’anteprima, rimasi subito molto colpita. Riassumendo in breve, Hal Elrod, autore del libro, parte dal presupposto che per avere una vita da 10 e lode, anche lo spirito dev’essere da 10 e lode, e spesso, tra tutti gli impegni giornalieri, non si riesce a dedicare molto tempo all’accrescimento personale, quindi il momento migliore è proprio la mattina. Continua a leggere “Recensione del libro “The Miracle Morning” di Hal Elrod”

condividi:

L’essenza dell’invisibile – Capire la cucina molecolare

di Redazione

di Ettore Bocchia

Prefazione di Luca Sommi

 

«In cucina la fortuna non esiste:

è tutta una questione di precisione matematica.

Andiamo a scoprirla».

Ettore Bocchia

 

Continua a leggere “L’essenza dell’invisibile – Capire la cucina molecolare”

condividi:

La sovranità appartiene al popolo o allo spread?

di Redazione

 Un libro di Antonio Maria Rinaldi, con gli autori di Scenari Economici

Prefazione di Luca Telese

EUROPA – ITALIA
Come, quando e perché
Scenari Economici e Antonio Maria Rinaldi con i contributi, negli anni, del prof. Paolo Savona.

«La nostra idea è semplicemente quella che bisogna rafforzare l’Italia affinché abbia un gusto ruolo. La costruzione europea non può resistere con un’Italia debole. I veri europeisti siamo noi»
Antonio Maria Rinaldi

Dal think tank scenarieconomici.it ecco il libro che ispira la battaglia all’Europa di Matteo Salvini e Luigi Di Maio. Il sovranismo significa uscita dall’euro? Che cos’è il Piano B?

Continua a leggere “La sovranità appartiene al popolo o allo spread?”

condividi:

Esce “TEUTOBURGO”, nuova opera di Manfredi: ecco perché il romanzo storico affascina ancora

di Francesco Aliberti

Dodici milioni di copie vendute, tradotto in più di quaranta lingue, è il signore del romanzo storico europeo: in questo nuovo libro racconta la rovinosa sconfitta dell’esercito romano consumatasi nel 9 d.C. ad opera dei Germani, nella foresta tristemente a ridosso del fiume Weser

Valerio Massimo Manfredi, dodici milioni di copie vendute, tradotto in più di quaranta lingue, è il signore del romanzo storico europeo. E’ uscito in libreria il suo nuovo lavoro, “Teutoburgo”, edito da Mondadori: una potente rievocazione, fra rigore storico e fantasia narrativa, della rovinosa sconfitta dell’esercito romano consumatasi nel 9 d.C. ad opera dei Germani, nella foresta tristemente a ridosso del fiume Weser.

Continua a leggere “Esce “TEUTOBURGO”, nuova opera di Manfredi: ecco perché il romanzo storico affascina ancora”

condividi: